Che cosa è il Mobbing

Atti, atteggiamenti o comportamenti di violenza morale o psichica agiti da parte di colleghi o dal datore di lavoro, ripetuti nel tempo in modo sistematico, che portano ad un degrado delle condizioni di lavoro idoneo a compromettere la salute, la professionalità, la dignità del lavoratore e della lavoratrice”  (Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero della Funzione Pubblica)

 Caratteristiche:

  • Comunicazione ostile e contraria ai principi etici, perpetrata in modo sistematico da una o più persone nei confronti di un individuo che viene spinto in una situazione di impotenza e impossibilità di difesa (Heinz Leymann).
  • Isolamento della vittima nel contesto lavorativo con possibile allontanamento definitivo.
  • Impedimento nell’esercizio di un ruolo attivo nel contesto lavorativo.
  • Danneggiamento dei canali di comunicazione, del flusso delle informazioni necessarie per espletare le proprie funzioni lavorative.
  • Svilimento della professionalità della vittima

Obiettivi del mobbing:

Il fine ultimo del mobbing è quello di danneggiare la vittima, isolandola nel contesto lavorativo, impedendo un suo ruolo attivo o danneggiando la sua reputazione e professionalità. Le azioni di mobbing sono intenzionali, frequenti, sistematiche e di lungo periodo, spesso senza un motivo valido.